Australia

Australia, “La Terra Meridionale Sconosciuta”. Un’isola che cela, nella sua vastità, segreti e tradizioni che ancora devono essere del tutto comprese, come le molte riguardanti lo straordinario popolo aborigeno.

Scegliere un viaggio in Australia è sinonimo di avventura; chi sente il desiderio di visitare questa meravigliosa terra ha bisogno di scoperta, è voglioso di tuffare il cuore in un mondo che sa curare l’animo e la curiosità. Qui, l’Oceano esprime tutte le sue fantasie, dalla quiete, alle pareti d’acqua per i surfisti; le spiagge hanno il fascino selvaggio della natura incontaminata; le città sono fuoco d’avanguardia, tecnologia e arte; i deserti ricordano che il rosso è un pennello vivo da usare sul terreno e foreste e natura interna danno respiro a molte specie viventi, animali e vegetali, che impreziosiscono la natura incontrastata di questo Paese.

L’Australia è una scoperta in ogni suo più piccolo punto, non “solo” l’isola più grande al mondo. Ascoltate il vostro cuore e sentirete i canti aborigeni che vi chiamano…

 

Dove si trova

Un’isola grande come un continente…

L’Australia è la più vasta isola al mondo, collocata tra l’Oceano Pacifico e l’Oceano Indiano, a cavallo del Tropico del Capricorno. Una grande varietà di climi e ambienti naturali, l’originalità della flora e della fauna, le particolarità della presenza umana fanno dell’Australia un continente a sé, economicamente e tecnologicamente avanzato, ma anche per molti versi primitivo.

La sua area totale e’ di 7.69 milioni di km quadrati che la posizionano come la sesta nazione in termini di grandezza; ma la cosa sorprendente è che nonostante le sue dimensioni, solo una bassa percentuale delle terre Australiane sono vivibili.

L’Australia ha una vastità di territorio molto ampia e pertanto diverse caratteristiche climatiche, anche molto varie tra loro. Trovandosi nell’Emisfero Australe, le stagioni sono invertite rispetto alle nostre. L’estate va da dicembre a febbraio mentre l’inverno da giugno ad agosto.

Nell’ampia zona centrale e occidentale dell’Australia le piogge sono assai scarse e l’ambiente che si è creato grazie al clima è desertico. E’ nell’area centrale e più interna che si trova il così detto Outback, una zona arida dal colore rosso dove si trova il famoso Ayers Rock. Le temperature in questa zona desertica australiana sfiorano spesso i 40°C durante l’estate, con importanti escursioni termiche tra il giorno e la notte.

Nella zona costiera del nord e del nord-est il clima equatoriale, a tratti tropicale, definisce chiaramente due stagioni ben distinte. Una umida, calda e piovosa specialmente tra dicembre e marzo, ed una secca ma sempre calda soprattutto tra maggio e settembre. Le precipitazioni in questa zona cadono più frequentemente nei mesi da novembre ad aprile.

Proseguendo verso sud lungo la costa estrema meridionale, tra Melbourne e Perth il clima si fa mite, con inverni freschi e piovosi ed estate calde e soleggiate, tranne che nella costa centrale del sud molto più vicina al deserto australiano e soggetta agli influssi di caldo torrido da lì provenienti.

Verso est, nella zona a sud di Sydney ed in Tasmania le temperature durante l’inverno scendono molto di più rispetto al resto del paese, toccando anche lo zero durante le notti tra giugno ed agosto.

 

Se la vostra vacanza tocca diversi punti dell’Australia, il miglior periodo per farla è durante la primavera o l’autunno, con temperature sicuramente più miti, evitando così le estati particolarmente caldo torride e gli inverni piovosi e a volte interessati dai cicloni tra gennaio e marzo specialmente nell’area che percorre la costa nord-orientale fino alla costa nord-occidentale.

 

Un viaggio in Australia è l’ideale per chi sogna spazi sconfinati dai meravigliosi contrasti: foreste tropicali, deserti senza fine, savane, montagne erose dai venti, città modernissime e la Grande Barriera Corallina o la verde isola della Tasmania. Affascinanti e incredibili aspetti completamente differenti tra loro coesistono in ogni angolo del Paese: mentre lungo le coste dell’Australia troviamo grandi città come Sydney, Brisbane e Melbourne dinamiche e modernissime, o cittadine tranquille come Perth, Victoria e Adelaide, nell’entroterra, a poche centinaia di chilometri dalle metropoli, si trova ancora una natura intatta, paesaggi incontaminati e una fauna unica al mondo.

 

Perché andare in Australia

  • Per entrare a contatto con una natura possente, spazi sconfinati, spiagge caraibiche e deserti suggestivi
  • Per conoscere la cultura aborigena, le loro tradizioni e lasciarsi stregare dall’imponente bellezza mistica di Ayers Rock, la montagna sacra degli Aborigeni e centro del Red Centre, il deserto rosso australiano
  • Per scoprire il Reef Australiano, la Grande Barriera Corallina, che fiancheggia la costa del Queensland per oltre 2000 km
  • Per visitare la cosmopolita Sydney, la perla dell’Australia, una delle città più vivibili del pianeta
  • Per scoprire la fauna australiana e vedere da vicino gli animali che hanno popolato i racconti dell’infanzia: koala, canguri, dingo e molti altri
  • Per scoprire la verde Tasmania, l’isola più meridionale dell’Australia

 

La cultura aborigena è un mondo magico, misterioso e ancestrale, le cui origini si perdono nel tempo, tra gli eucalipti, gli esili cespugli e la polvere rossastra di questa terra. Sono numerose le testimonianze della cultura aborigena facilmente accessibili, come le pitture rupestri di Ubiru e Nourlangie Rocks, mentre Alice Springs è una vera e propria galleria d’arte a cielo aperto. Per il popolo aborigeno l’arte collega il presente al passato, gli esseri umani al Mondo Soprannaturale, servendosi di dipinti dai colori vividi ed intensi che riproducono l’intrico delle Vie dei Canti. Questi sono gli invisibili sentieri che, secondo la tradizione, percorrono tutta l’Australia.

 

Sydney è luminosa e vitale, premiata come una delle più affascinanti e vivibili del pianeta, oltre ad essere la più bella e famosa città australiana. Le “vele” dell’Opera House e l’Harbour Bridge, il ponte di ferro che ne collega la parte vecchia con quella nuova, sono icone che l’hanno resa celebre in tutto il mondo. È impossibile non innamorarsi di Sydney. Avviene semplicemente, confondendosi tra i surfisti della mitica Bondi Beach, passeggiando nelle animate vie dello shopping alla moda di George Street, nella zona del centro commerciale Harbourside, tra i negozi di arte aborigena. Oppure lasciando l’architettura ultramoderna del centro per spingersi verso la parte storica, nella zona di Rocks, tra le vie che costeggiano l’insenatura più spettacolare del mondo, dove musicisti e artisti di strada allietano i passanti a caccia di souvenir o di una buona birra australiana.


Melbourne è la città dove l’immigrazione non si è mai fermata, dove si fondono le tradizioni, i colori e i sapori di 140 paesi diversi. Per ogni quartiere un’origine etnica ben precisa, in una città che è, prima di tutto, ma assolutamente non solo, la storia dei suoi immigrati. Visitare Melbourne è come fare il giro del mondo e, per chi fosse scettico, basta fare un salto a Carlton e scoprire un piccolo frammento d’Italia nel cuore della città. Melbourne, con i suoi ristoranti, la sua passione per la moda e per i divertimenti, con il suo essere “la capitale dello sport” in Australia, offre l’occasione di apprezzare le belle cose della vita in uno splendido scenario naturale. Una città che ama miscelare continuamente gli ingredienti della sua storia, con l’armonico alternarsi di palazzi ottocenteschi e di moderni grattacieli.


Red Centre è perdersi tra la luce intensa del cielo e il caldo rosso della terra: un’esperienza irrinunciabile ed appagante per chi ricerca l’Australia più primitiva ed autentica. Il Red Centre per gli aborigeni non è solo un deserto di dune rugginose, di laghi salati nascosti tra pietre e cespugli, ma è una terra sacra, un universo fisico e mentale in cui ad ogni elemento naturale è legata una leggenda.. Ed ecco allora che Ayers Rock, il monolito più grande del mondo che si incendia nel tramonto australiano è legato ad un gran numero di miti che spiegano ogni caverna, ogni incisione, ogni figura che l’erosione del vento ed il tempo hanno disegnato sulla superficie di questo gigante di roccia.

Ad una trentina di chilometri ad ovest di Ayers Rock, ecco un’altra delle meraviglie del Red Centre: i Monti Olgas o Kata Tjuta, 36 cupole dalla forma arrotondata, separate da profondi burroni. Il modo migliore per ammirare questi giganti pietrificati è una passeggiata attraverso “la valle dei venti”, dove provare ad ascoltare il respiro del gigantesco serpente che, secondo una suggestiva leggenda aborigena, giace in letargo in questo luogo, pronto a punire ogni trasgressore delle leggi sacre. Imperdibile, inoltre, è Alice Springs, dove è possibile godere dell’incredibile panorama del Kings Canyon. Questa tranquilla cittadina è l’unico luogo capace di regalare l’emozione di essere, non solo metaforicamente, ma anche realmente, nel cuore dell’Australia, esattamente al centro di questo sorprendente continente.


La Grande Barriera Corallina, la più preziosa delle meraviglie naturali presenti sul continente australiano, fiancheggia la costa del Queensland per oltre 2000 chilometri, dando vita ad una maestosa opera: un mosaico formato da schiere di minuscoli polipi corallini, che con il loro incessante lavoro riescono a modificare la morfologia del pianeta in modo tanto significativo da renderlo visibile fin dallo spazio, alla stregua delle grandi isole, dei continenti. All’interno della barriera, lagune calme e limpidissime. Al suo esterno apparentemente solo l’immensità dell’oceano, fino a che, quasi inaspettatamente, ardite guglie di corallo ancora si arrampicano fino alla superficie dell’acqua: sono gli affascinanti reef, piccole lagune racchiuse da una cintura di corallo, che con il loro color verde smeraldo screziano il blu intenso dell’Oceano Pacifico.

GALLERIA

 

icona-download-schede-viaggi-di-gruppo-bassano-del-grappaDOWNLOAD ITINERARIO

VIAGGIO IN AEREO

 

richiedi il preventivo in agenzia

 

Viaggio:








Accetto la registrazione e il trattamento dei miei dati in base al Regolamento Europeo 679/2016 per la Protezione dei Dati Personali.

042430068

PRENOTA IL TUO VIAGGIO

TUTTE LE DESTINAZIONI

Time used: ms



Viaggi e vacanze
Organizzazione viaggi di gruppo
Viaggi in pullman CanilService
Parcheggio gratuito
Trasferimenti in aeroporto

FILIALE ROMANO D'EZZELINO

Via Spin, 53 - 36060 Romano d’Ezzelino
T. +39 0424 30068 - F. +39 0424 30617
info@canilviaggi.it
LUN-VEN 9:00 - 12:30 | 15:00 - 19:00
SABATO 9:00 - 12:30

FILIALE CASTELFRANCO

Via Fabio Filzi, 14
31033 Castelfranco Veneto
T. 0424 30068 int. 2
castelfranco@canilviaggi.it
LUN-VEN 10:00 - 14:00 | 15:30 - 19:00
SABATO 09:00 - 12:30

FILIALE MONTEBELLUNA

Via Monte Grappa, 3
31044 Montebelluna (TV)
T. 0424 30068
montebelluna@canilviaggi.it
LUN-VEN 09:00 - 14:00 | 15:30 - 17:00
SABATO 09:00 - 12:30



Noleggio pullman e minibus
          con autista
Noleggio auto con autista
Trasferimenti in aeroporto
Parcheggio gratuito

Via Spin, 53
36060 Romano d’Ezzelino (VI)
T. +39 0424 30822
F. +39 0424 391320
info@canilservice.it
www.canilservice.it


© Copyright 2018 - Canil Viaggi Srl - P.IVA/C.F. IT 03259350241 - Web Agency adgmaster

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

E RICEVERAI IL CATALOGO DIRETTAMENTE A CASA TUA!

 

 

 







Accetto la registrazione e il trattamento dei miei dati in base al Regolamento Europeo 679/2016 per la Protezione dei Dati Personali.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER